Informazioni ambientali

pagina aggiornata al 30.03.2019

 

L'articolo 40 del d.lgs. 33/2013 prevede che "1. In materia di informazioni  ambientali restano ferme le disposizioni di maggior tutela già previste  dall'articolo 3-sexies del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152, dalla  legge  16  marzo 2001, n. 108, nonche' dal decreto legislativo 19 agosto 2005 n. 195. 
2. Le amministrazioni di cui all'articolo 2, comma 1, lettera  b), del decreto legislativo n. 195 del 2005, pubblicano, sui propri siti istituzionali e in conformità a quanto previsto dal presente decreto, le informazioni ambientali di cui all'articolo 2, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 195, che detengono ai fini delle proprie attività istituzionali, nonche' le relazioni di cui all'articolo 10 del medesimo decreto legislativo. Di tali informazioni deve essere dato specifico rilievo  all'interno  di
un'apposita sezione detta «Informazioni ambientali». 
3. Sono fatti salvi i casi di esclusione  del  diritto di accesso alle informazioni  ambientali di cui all'articolo 5 del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 195. 
4. L'attuazione degli obblighi di cui al presente articolo  non  e' in alcun caso subordinata alla stipulazione degli accordi di cui all'articolo 11 del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 195. Sono fatti salvi gli effetti degli accordi eventualmente già stipulati, qualora assicurino livelli di informazione  ambientale superiori a quelli garantiti dalle disposizioni del presente decreto. Resta fermo il potere di stipulare ulteriori accordi ai sensi del medesimo articolo 11, nel rispetto dei livelli di informazione ambientale garantiti dalle disposizioni del presente decreto."

 

RELAZIONE SULLO STATO DELL'AMBIENTE DEL MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

scaricabile attraverso il seguente link: https://www.minambiente.it/pagina/relazione-sullo-stato-dellambiente-del-ministero-dellambiente-e-della-tutela-del-territorio

 

SERVIZIO GESTIONE RIFIUTI

Servizio di gestione integrato dei Rifiuti Urbani ed Assimilati e dei Rifiuti delle raccolte differenziate – ex art. 158 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. ed art. 34 comma 20 del D.L. 18.10.2012 n. 179.

Il Servizio è affidato alla Ditta NET S.p.A. con sede a Udine in viale Duodo n. 3/E.

Per la corretta visualizzazione degli atti cliccare sul link sotto indicato:

http://www.comune.malborghetto-valbruna.ud.it/index.php?id=3191

Il Comune di Malborghetto-Valbruna organizza a date prefissate (minimo 4 volte all'anno) il SERVIZIO MOBILE DI RACCOLTA TEMPORANEA DEI RIFIUTI INGOMBRANTI ED ASSIMILIATI. Il Servizio comprende con cadenza alternata comprende anche la raccolta di RIFIUTI DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE O SEMPLICEMENTE RIFIUTI ELETTRONICI (RAEE) D.Lvo 151/2005 e 49/2014. Il servizio è stato affidato alla NET S.p.A.

 

MODELLO UNICO DI DICHIARAZIONE AMBIENTALE

MUD 2017   clicca qui

 

PIANO COMUNALE DI SETTORE PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE

Il Consiglio Comunale con deliberazione n. 17 del 28/04/2011 ha approvato il piano comunale di settore per la localizzazione degli impianti di telefonia mobile.

Per la corretta visualizzazione degli atti cliccare sul link sotto indicato:

http://www.comune.malborghetto-valbruna.ud.it/index.php?id=4728&L=12

 

PIANO COMUNALE DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA

Il Consiglio Comunale con deliberazione n. 36 del 30/07/2013 ha adottato il Piano Comunale di classificazione acustica del Comune di Malborghetto-Valbruna,

Per la corretta visualizzazione degli atti cliccare sul link sotto indicato:

http://www.comune.malborghetto-valbruna.ud.it/index.php?id=4726&L=12

 

PROGETTO DI PIANO STRALCIO PER L'ASSETTO IDROGEOLOGICO (PAIF) – Sottobacino idrografico del Fiume Fella.

Per la corretta visualizzazione degli atti cliccare sul link sotto indicato:

http://pai.adbve.it/PAI_Fella/index_fella.html

 

RETE NATURA 2000

La Rete Natura 2000 definita dalle Direttive “Habitat” ed “Uccelli”tutela la biodiversità attraverso siti caratterizzati dalla presenza di habitat e specie di flora e fauna di interesse comunitario da mantenere in uno stato di conservazione soddisfacente. Informazioni generali sui siti del FVG.

Definizioni:

La Rete Natura 2000, a regime, è composta da siti, definiti da un codice alfanumerico e denominati:

ZPS – Zone di Protezione Speciale, rivolte alla tutela degli uccelli e del loro habitat.

ZSC – Zone Speciali di Conservazione, rivolte alla protezione di habitat e specie animali e vegetali.

pSIC – Siti di Importanza Comunitaria proposti, una volta verificati dalla commissione biogeografica della Commissione Europea, assumono la denominazione di SIC – Siti di Importanza Comunitaria. I SIC sono designati ZSC in presenza delle necessarie misure di gestione

Mappa: Carta di ciascun sito nell'elaborazione RA FVG – SITFOR 2012 (su base CRN 2003 scala 1:25.000).

Tipo di misure in vigore: la tabella evidenzia per ciascun sito se sono in vigore Misure di Conservazione Specifiche (MCS) o piano di gestione (Piano).

Scheda informativa di ciascun sito: Contiene informazioni su misure e piani in vigre o in preparazione, su dati ambientali disponibili e attività di promozione e gestione del sito. Mette a disposizione il download:

  • formulari standard e perimetri istitutivi del sito;

  • informazioni sulla distribuzione della specie, studi conoscitivi e valuatativi sugli elementi di conservazione;

  • notizie e materiali sulle attività di redazione tecnica partecipata dei piani di gestione;

  • link a siti e servizi web gis e di download di dati ambientali;

  • pubblicazioni regionali a carattere scientifico o divulgativo.